Come gestire l'ansia dovuta al Covid-19 ed alla quarantena.

March 16, 2020

 

Visto il periodo che stiamo attraversando mi sembra giusto affrontare delle emozioni che noi tutti stiamo provando. Parlo dell’ansia e della paura che in queste ultime settimane ci stanno facendo sentire tanto vulnerabili ed indifesi a causa dell’ormai dilagante Covid-19.
C’è da dire che in una certa misura l’ansia e la paura sono reazioni emotive funzionali. Esse servono a renderci attivi di fronte al pericolo, stimolano l’attenzione e la cautela. Non vanno demonizzate anzi in certi casi è del tutto normale e utile provarle, vanno quindi accolte ed accettate.
Per quanto riguarda il Covid-19 l’ansia è colei che ci fa capire che la situazione non va sottovalutata e che la scelta migliore è restare chiusi in casa, lavarsi bene le mani e seguire tutte le direttive dell’OMS. Essa diventerà disfunzionale, però, nel momento in cui ci porterà a mettere in atto comportamenti eccessivi: lavarsi compulsivamente anche se non ce ne è motivo, pensare ossessivamente sempre e comunque al virus, correre a fare la spesa alle 23 di sera anche se è stato spiegato che non sarebbe stato necessario, prendere treni per scappare dalla propria città quando è stato palesemente vietato (andando ad assumere così dei comportamenti vietati e ancora più pericolosi in quanto rischiano peggiorare la situazione).
Essere chiusi in casa può essere senz’altro limitante e deprimente, ma si può cercare di sfruttare questo tempo per fare cose che non si è mai avuto il tempo di fare. Agire ci permette di scaricare meglio l’ansia:


-Leggere un libro che non si ha mai avuto il tempo di leggere.
-Mettere in ordine e sistemare la casa.
-Preparare piatti nuovi e più elaborati.
-Dedicarsi a studiare una nuova lingua o ad apprendere qualcosa di nuovo.
-Curare le piante o il giardino.
-Fare découpage o bricolage.
-Semplicemente riposare, dormire e riprendere un po' di energie.
-Stare con i propri figli, riscoprire la bellezza di giocare con loro senza avere fretta perché ci sono altri impegni che incombono.


Ovviamente ognuno di voi avrà il suo passatempo preferito e non dovete farli tutti, ma solo quelli che più vi ispirano e vi si addicono.


Vi sono altre tecniche per affrontare l’ansia, un po’ meno “manuali” e un po’ più psicologiche:
-Accettate la paura, prendetene atto è una reazione normale.
-La respirazione è molto importante ed è comunque alla base di ogni forma di rilassamento o meditazione. Mettersi su una poltrona comoda o distesi. I vestiti che indossate devono essere comodi e non devono stringere. La stanza deve essere tranquilla senza rumori né distrazioni, né troppo calda né troppo fredda. Se volete potete mettere della musica rilassante (su internet se ne trovano di molti tipi come il rumore dell’acqua, gli uccellini o simili). Chiudere gli occhi, inspirare con il naso, gonfiare la pancia e quando vi sembrerà di aver gonfiato al massimo la pancia espirare piano piano facendo uscire tutta l’aria dalla bocca. Ripetete quanto volete questo semplice esercizio e vedrete che il solo fatto di ossigenare il vostro corpo vi aiuterà.
-Fare rilassamento o meditazione ( risultano molto efficaci le meditazioni legate alla mindfullness, se ne trovano molte su internet). Per quanto riguarda il setting le indicazioni sono le stesse della respirazione.
-Colorare dei mandala, è un modo per far passare il tempo e per rilassarsi (trovabili sempre su internet).
-Fare una lista dei pro e dei contro di questa situazione. Non è detto che i contro siano superiori ai pro.
-Scrivere le proprie emozioni (è meglio tirarle fuori che tenerle dentro).


Per finire un consiglio puramente legato al buon senso: essere informati è importante, ma limitatevi a poche fonti attendibili (ci sono tanti mezzi di informazione che diffondono solo stress e spesso sono notizie finte o esposte in modo parziale).


In tutta questa situazione è importante mantenere la calma, soprattutto di fronte i bambini e spiegare loro come stanno le cose senza bugie o sotterfugi. L’ansia diventa un problema e diventa ingestibile solo quando si trasformerà in panico perché non contenuta e non affrontata. È quindi importante accettarla e non essere spaventati da essa.
Ricordatevi che passerà anche questa, ci vorrà un po' di tempo, ma alla fine andrà tutto bene. 

Please reload

Recent Posts

Please reload

Archive

Please reload

Tags

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

 
  • Facebook

+39 331 304 7805

via Lorenzo il Magnifico 42 Rome Italy 00162

©2017 by Dottoressa Xenia Sakoff. Proudly created with Wix.com