I giocattoli nel primo anno di vita

April 4, 2019

 

In televisione, nei negozi e sui giornali siamo invasi da pubblicità riguardanti i migliori giochi da regalare ai bambini per ogni età. Dobbiamo però chiederci se i bambini sotto l’anno di età hanno veramente bisogno di tanti giochi.
Durante il primo anno di vita il contatto con il corpo dei genitori è fondamentale. Secondo molte ricerche sullo sviluppo del cervello lo sviluppo delle capacità di movimento e lo sviluppo cognitivo sono favoriti dalla relazione corporea. Portare un bambino a contatto nei primi mesi (nella fascia o nel marsupio) facilita la regolazione delle funzioni vitali, la riduzione dello stress e la comunicazione istintuale tra bambino e genitore. Mettendosi su un materasso rigido per terra il corpo del genitore può diventare una palestra per il bambino. I bambini possono arrampicarsi, spingersi e rotolarsi e cosi facendo apprendono in modo progressivo le loro nuove capacità di movimento: posizione seduta, gattonamento, mettersi in piedi. Durante il primo anno di vita si sviluppano anche le capacità sensoriali. Dopo i 4/6 mesi si può puntare allo stimolo della sensorialità con giochi ad essa dedicati. I bambini amano toccare, assaggiare, annusare, osservare, muovere, ascoltare e cosi facendo esplorano e conoscono il mondo e loro stessi. Non c’è bisogno di comprare una miriade di giochi proprio perché per il bambino gli oggetti più interessanti sono quelli legati alla vita di tutti i giorni. Una buona idea per far giocare un bambino tra i 4 mesi e un anno è quella di creare un “cesto dei tesori” dove verranno messi vari oggetti della quotidianità del bambino. Prendete un cesto in vimini o di stoffa e metteteci oggetti diversi per forma, colore e materiale. È molto importante evitare oggetti troppo piccoli che potrebbero essere inalati o ingoiati. In questo cesto ci potrebbero essere una spazzola, un cucchiaio di legno da cucina, un rotolo di nastro adesivo, un pennello per il trucco, una bottiglietta o scatolina in cui mettere dei legumi secchi, uno spazzolino da denti. Il bambino sarà curioso di toccare tali oggetti proprio perché sono quelli che ci vede usare tutti i giorni. Essere a contatto con oggetti di forme e materiali diversi permette di sviluppare le capacità motorie e sensoriali. Per mantenere alto l’interesse del bambino vi consiglio, dopo un po' che il bambino gioca con gli stessi oggetti, di cambiarne un paio mischiando oggetti nuovi e oggetti conosciuti. Si potrebbe pensare di creare anche un sacchetto dei tesori da viaggio per intrattenere il bambino quando è fuori casa.
Nella vita frenetica e caotica che ci circonda può sembrare molto più semplice comprare un giocattolo già fatto. Inoltre spesso i genitori moderni tendono a fidarsi esclusivamente dei consigli di persone esterne (in questo caso delle società che creano giocattoli). Vi assicuro però che il potenziale che ogni genitore ha per aiutare il proprio figlio a crescere è immenso. 

 

Please reload

Recent Posts

Please reload

Archive

Please reload

Tags

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

 
  • Facebook

+39 331 304 7805

via Lorenzo il Magnifico 42 Rome Italy 00162

©2017 by Dottoressa Xenia Sakoff. Proudly created with Wix.com