I vantaggi del bilinguismo

 

 

Ecco arriva il momento di iscrivere vostro figlio per la prima volta a scuola e si insinua in voi un dubbio…meglio una scuola monolingua in italiano o meglio una scuola in cui impari perfettamente (fino a diventare bilingue) una seconda lingua? Molti vi diranno che introdurre una seconda lingua creerà solo confusione e difficoltà nel vostro bambino. Altri diranno che lo porterà ad avere dei problemi a scuola, ritardi linguistici e cognitivi, a non saper comunicare nella propria lingua o a comunicare in un miscuglio di lingue. Sono state fatte, negli ultimi 20 anni, diverse ricerche che sfatano tutti questi pregiudizi. Vediamo allora quali sono le ricchezza che può darci l’approccio bilingue.  

Non è facile dare una definizione unica del termine “bilinguismo” perché ne esistono diverse forme che sostanzialmente si differenziano in base all’età di acquisizione. Una buona definizione di soggetto bilingue è “colui che non solo usa e parla due lingue ma che possiede capacità verbali e comunicative nelle due lingue” (Grosjean 2008). L’età migliore per l’acquisizione della seconda lingua è l’infanzia perché in tale periodo i bambini possono apprendere con più facilità e naturalezza una seconda lingua. È stato dimostrato che i bambini hanno un sistema cognitivo più aperto rispetto agli adulti da un punto di vista neurologico. Negli anni prescolari i bambini apprendono in maniera più spontanea, con il gioco ed il divertimento (canzoncine, filastrocche, ma anche la semplice routine). A facilitare il processo di acquisizione linguistica c’è anche la grande curiosità che caratterizza i bambini e che li porta ad esplorare con gioia le novità e le diversità. Imparare una nuova lingua non è un peso, come può esserlo per noi adulti. L’importante, però,  è che la seconda lingua venga introdotta entro i 7 anni di età perché diventi un apprendimento bilinguistico ( Johnson e Newport, 1991). Pare infatti che se la lingua viene imparata prima o dopo questa età si attivino aree corticali diverse. Secondo de Graaff (2007) tutti i bambini nascono “native speaker” ovvero non hanno difficoltà ad imparare qualsiasi lingua senza accento.

Passiamo adesso a vedere quali sono i vantaggi del bilinguismo:

- Vantaggi a livello Metalinguistico: I bimbi bilingue hanno più facilità nel notare la struttura ed il funzionamento delle lingue, questo facilita l’apprendimento di nuove lingue. Hanno inoltre maggiori abilità nella distinzione tra forma e significato. Come è stato dimostrato dalla Dottoressa Susannah Levi i bambini bilingue non elaborano solo le informazioni contenute nel messaggio, ma anche le informazioni su chi sta parlando e su come lo sta facendo. I bambini bilingue riescono inoltre a discriminare meglio le voci e ad identificarle meglio. Sempre secondo lo stesso studio i bambini bilingue riescono a apprendere maggiori conoscenze ascoltando dei discorsi in quanto hanno un miglior controllo cognitivo ed un maggior grado di concentrazione (Levi, S. 2017).

- Vantaggi a livello cognitivo: Il bilinguismo ha effetti positivi sullo sviluppo cognitivo, esso permette di incrementare le funzioni esecutive, ossia i processi fondamentali per eseguire qualsiasi tipo di compito (Ellen Bialystok, 2001). Le funzioni esecutive sono di fondamentale importanza perché guidano il controllo dell’attenzione, influiscono sulla pianificazione e sulla categorizzazione, frenano le risposte inadeguate creando un sistema mentale più forte e flessibile. I soggetti bilingue sarebbero avvantaggiati nei compiti che richiedono abilità di problem-solving, pensiero astratto, formulazione di ipotesi creative ed elasticità di pensiero. Una spiegazione di questi risultati può essere data dall’esperienza che hanno i soggetti bilingui di gestire più sistemi linguistici contemporaneamente scegliendo il più adatto alla situazione ed inibendo l’altro. Secondo una ricerca dell’US National Institute of Child Health and Human Developmente (Peggy Mc Cardle 2006) i bambini bilingui hanno anche maggiori capacità di multi-tasking. La flessibilità cognitiva dei bambini bilingui, riscontrata in diversi studi, viene intesa come la capacità di passare rapidamente da un compito ad un altro quando entrambi i compiti richiedono attenzione e la capacità di focalizzare l’attenzione solo sui dettagli rilevanti senza essere distratti da quelli irrilevanti.

- Vantaggi a livello emotivo: I bambini bilingue hanno una maggiore creatività, intesa non in senso artistico, ma come capacità di gestire persone e situazioni diverse. La creatività si esprime nella flessibilità mentale (vedere le cose da diversi punti di vista), nella capacità di risolvere i problemi (capacità di analizzare informazioni complesse e capacità di astrazione), abilità metalinguistiche (comunicare in maniera efficace e convincente grazie alla consapevolezza del linguaggio), capacità di apprendimento (impadronirsi delle informazioni ed organizzarle per creare conoscenza).

- Vantaggi a livello comunicativo: Il bambino possiede due vocabolari che riesce a mantenere separati grazie al decentramento cognitivo. La mente del bambino sarà sempre in movimento dirigendo l’attenzione sulle proprietà concettuali degli oggetti o delle situazioni piuttosto che sugli oggetti o sulle situazioni in sé stesse. Tutto ciò favorisce il decentramento cognitivo.

- Vantaggi a livello culturale: Il bambino si confronta con culture diverse, ha quindi maggiore tolleranza verso ciò che è ritenuto “diverso”. Sono quindi favorite la comprensione, la tolleranza e l’apertura mentale verso altri popoli ed altri costumi. Questo comporta un maggiore adattamento ai vari contesti, il soggetto sarà anche più interessato a tutto ciò che concerne le lingue ed il linguaggio. Il bilinguismo permette di destare la curiosità e la genuinità del pensiero.

 

Per concludere abbiamo cercato di sfatare la credenza che il bambino avrà difficoltà se inserito in un contesto bilingue. Imparando la seconda lingua durante l’infanzia attraverso attività ludiche e ricreative, ma anche attività di routine (lavarsi le mani o i denti, pranzare, fare la ninna…), filastrocche e canzoni il bambino imparerà in maniera fluida e naturale. Imparare una seconda lingua non fa “imparare male due lingue”, i bambini hanno la capacità di sviluppare in parallelo le due lingue senza danneggiare l’una o l’altra. Il bilinguismo è un’opportunità, ma anche una sfida. Vi sono tanti aspetti positivi nell’imparare più lingue, ma a questo punto non bisogna neanche svalutare i soggetti monolingue pensando che chi è bilingue è più intelligente. Il soggetto bilingue ha semplicemente maggiori opportunità di sviluppare capacità cognitive e abilità logiche. Il cervello di un bilingue si sviluppa in modo diverso rispetto a quello di un monolingue .

Può essere inoltre interessante sottolineare che il bilinguismo ha effetti anche sulla terza età. Secondo Ellen Bialystok, psicologa dell’università di Toronto, il bilinguismo può ritardare il declino cognitivo ed agire come fattore preventivo verso malattie neurodegenerative come l’Alzheimer.

Il bilinguismo andrebbe quindi considerato da tutti come una grande risorsa relazionale, culturale e come fonte di accrescimento cognitivo.

 

Bibliografia

- Bialystok, E. (2001). Bilingualism in Development: Language, Literacy and Cognition, Cambridge,UK, Cambridge University Press.

- de Graaff, R. (2007). An observation tool for effective L2 pedagogy in content and language integrated learning. In “International Journal of Bilingual Education and Bilingualism”.pp.603-624.

- Grosjean, f. (2008). Studying bilinguals. Oxford, UK, Oxford University Press.

- Johnson, J.S.-Newport, E.L. (1991). Critical period effects on universal properties of language: the status of subjacency in the acquisition of a second language. Virginia, USA, Psychology Department University of Virginia.

- Levi,S.(2017) Another bilingual advantage? Perception of talker-voice information. Bilingualism: Language and Cognition.

- Mc Cardle, P.- Hoff, E. (2006) Childhood BilingualismResearch on Infancy through School Age. Multilingual Matters.

Please reload

Recent Posts

Please reload

Archive

Please reload

Tags

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

 
  • Facebook

+39 331 304 7805

via Lorenzo il Magnifico 42 Rome Italy 00162

©2017 by Dottoressa Xenia Sakoff. Proudly created with Wix.com